Anghiari - Ente Mostra Valtiberina Toscana - Artigianato Artistico Tradizionale

MOSTRA MERCATO dell'ARTIGIANATO
della VALTIBERINA TOSCANA

FacebookTwitterYoutubePinterestGoogle

I Comuni - Anghiari

Splendido borgo medievale alle pendici delle colline tra il torrente Sovara e la valle del Tevere. Di certo fu durante il Medio Evo che Anghiari assunse la massima importanza soprattutto per l'evidente posizione strategica. Essa si trova nominata per la prima volta in una pergamena del 1048, conservata nell'archivio di Città di Castello, anche se i primi insediamenti furono romani. Dominio dei Signori di Galbino prima e dei Camaldolesi poi, il paese vide uno dei momenti più importanti della sua storia nella Battaglia di Anghiari che, nel 1440, vide lo scontro tra Milanesi e Fiorentini alleati con il Papa. La Battaglia fu commentata dal Machiavelli e dipinta da Leonardo.

Salendo gradatamente dalla pianura ecco che appare il Borghetto, primo insediamento medievale circondato da possenti mura cinquecentesche; il Campano, torre medievale, che quasi come un faro, guida il viaggiatore alla scoperta del luogo; la Badia, antica chiesa rupestre, fondata dai monaci camaldolesi intorno all'anno 1000. Nel cuore del centro storico si trova Palazzo Taglieschi, sede del Museo Statale che raccoglie testimonianze artistiche di notevole pregio (una Madonna in legno policromo di Jacopo della Quercia, terrecotte robbiane e un organo positivo da tavolo del '500 ancora funzionante). La campagna attorno al borgo è di una bellezza rara e particolare, difatti l'atmosfera che si vive in questi luoghi è di una valle incontaminata e densa di una spiritualità francescana pari a quella dei secoli passati. Una valle dominata da boschi secolari e monasteri isolati. Tra le vie del borgo si possono osservare le antiche botteghe artigiane, antiquari, restauratori, fanno tutti parte della cultura del paese. Le vecchie torri e chiese conservano gelosamente i capolavori di pittura e cultura. Anghiari è da visitare tutto l'anno grazie alla sua vitalità culturale.

Fiere ed esposizioni si accompagnano a mostre e feste popolari. L'attività teatrale è fervente come quella della conservazione e della diffusione delle tradizioni storiche e folcloristiche. I visitatori godono del fascino del borgo coinvolti tra fiere, mercati e spettacoli all'aperto. Se è già bello osservarlo dalla pianura, ancor più affascinante è il girovagare per l'antico Borgo con le sue pittoresche case in pietra, i vicoli, le scale, le suggestive piazzette testimonianze di valori storici tramandati attraverso i secoli. Da visitare, ad Anghiari, è il Palazzo Taglieschi con il suo Museo Nazionale delle Arti e Tradizioni Popolari, dove sono conservati affreschi, dipinti, sculture lignee (notevole è la Madonna con Bambino di Jacopo della Quercia), pregevoli terrecotte, statuette, arredi sacri di varie epoche, strumenti ed armi che testimoniano sin dal passato l'abilità degli artigiani anghiaresi.

Proprio questi artigiani oggi tramandano una vivissima tradizione nelle arti del ferro e del legno che ha spinto Anghiari ad organizzare la Mostra Mercato dell'Artigianato della Valtiberina. Nei giorni compresi tra la fine di aprile e gli inizi di maggio, l'appuntamento annuale gode di grande risonanza. Il legame profondo che unisce questa qualificata rassegna alle botteghe di un centro storico tra i più pregevoli dell'Italia Centrale esalta ancor più la scoperta di Anghiari, un paese misurato su ritmi lontani, dove basta allontanarsi per pochi passi dal centro per ritrovarsi nella pace di silenziosi sentieri immersi nel verde dei campi o nell'argento degli oliveti. In tutta Italia e all'estero Anghiari è conosciuta come polo per l'arte del restauro del mobile antico, con antiquari ed esperti restauratori legati alla storia dell'Istituto d'Arte, una scuola unica che sta lavorando per allestire il futuro Corso Superiore per l'Arte del Restauro e dotarsi, con la ristrutturazione di Palazzo Testi, di un convitto per ospitare studenti da tutto il mondo. Non dimentichiamo che altrettanto invitante è ad Anghiari la cucina, con le sue portate tipicamente toscane servite all'interno di ambienti antichi.